Beren.it

All that you can leave behind

Novantanni

Quest'oggi devo proprio fare un uso pubblico del mezzo privato (anche se in effetti il privato sarei io e dunque...) perchè devo celebrare con tutti gli onori i 90 dico NOVANTA anni della mia nonnina. Stasera rientrando dopo il lavoro ho voluto fare una capatina a casa sua per tirargli le orecchie, no tranquilli solo una simbolica tirata: avevo impegni stasera... Così arrivo, le suono il campanello e mi apre tutta trafelata per la sorpresa facendo cadere in terra un migliaio di santini ed immagini sacre che erano racchiuse nel breviario che come ogni sera da decenni legge fedelmente dopo cena.

Nona va che t'en burla giò i Madon
Eh ti ghe rason: Madon in da tuti i canton

Madon in da tuti i canton! Splendido, da solo vale il prezzo del biglietto. E così dopo la una decina di baci, la solita finta caragnata nonchè le temutissime premonizioni sul suo futuro, non restava che un bel sorriso a cingerle il volto ormai ultranovantenne. Un sorriso, semplice e spontaneo che mi ha dato davvero una forza immensa, in questo periodo non certo positivissimo. Grazie nonna, ancora una volta, da quando mi accudivi in fasce riesci sempre a darmi più di quanto non faccia io. Auguri! E 100... no vabbè dai un cinquantina possono bastare, di questi giorni.

King of Pain

There's a little black spot on the sun today
It's the same old thing as yesterday
There's a black cat caught in a high tree top
There's a flag-pole rag and the wind won't stop

I have stood here before inside the pouring rain
With the world turning circles running 'round my brain
I guess I'm always hoping that you'll end this reign
But it's my destiny to be the king of pain

There's a little black spot on the sun today
(That`s my soul up there)
It's the same old thing as yesterday
(it`s my soul up there)
There's a black cat caught in a high tree top
(it`s my soul up there)
There's a flag-pole rag and the wind won't stop
(it`s my soul up there)

I have stood here before inside the pouring rain
With the world turning circles running 'round my brain
I guess I'm always hoping that you'll end this reign
But it's my destiny to be the king of pain

There's a fossil that's trapped in a high cliff wall
(it`s my soul up there)
There's a dead salmon frozen in a waterfall
(it`s my soul up there)
There's a blue whale beached by a spring tide's ebb
(it`s my soul up there)
There's a butterfly trapped in a spider's web
(it`s my soul up there)

I have stood here before inside the pouring rain
With the world turning circles running 'round my brain
I guess I'm always hoping that you'll end this reign
But it's my destiny to be the king of pain

There's a king on a throne with his eyes torn out
There's a blind man looking for a shadow of doubt
There's a rich man sleeping on a golden bed
There's a skeleton choking on a crust of bread

King of pain

There's a red fox torn by a huntsman's pack
There's a black-winged gull with a broken back
There's a little black spot on the sun today
It's the same old thing as yesterday

I have stood here before inside the pouring rain
With the world turning circles running 'round my brain
I guess I'm always hoping that you'll end this reign
But it's my destiny to be the king of pain

King of pain
I'll always be king of pain
I'll always be king of pain

Somewhere only we know...

E' troppo facile domandarsi questa sera che significato abbia. Forse questa domanda me la sarei dovuta porre ieri. Oggi, non ha più senso, o quasi... Nel tuo vuoto c'è tutta la mia assenza anzitutto, tutto il mio essere poca cosa, tutto il niente! Non so da dove cominciare, in questi giorni spesso mi sono venute in mente mille cose, i nostri giochi da bambini in oratorio, le nostre partite insieme da grandi. Tutta la nostra vita come un gioco. E' brutto risvegliarsi e scoprire che i giochi finiscono e, non sempre nel modo che preferiremmo. Io non ho cose intelligenti da dire stasera, ho solo qualche lacrima che rompe gli argini della "vita da grandi" che spesso ci fa vivere per finta come vorremmo, ma che inevitabilmente non siamo. E' ipocrita, accorgersi di chi non c'è quando se ne và... ma cazzo adesso sono sicuro che non ti vedrò proprio più! La tua caduta in battaglia, al termine di una lotta che pareva senzafine, drammatica, epica, dolorosa, disperata, non addolcisce proprio nulla. Il grido disperato della nostra innocenza infranta, si fa ancora più drammatico questa sera che ci scopriamo fottutamente nudi ed impreparati alla realtà. Non posso dire che mi mancherai perchè agli effetti mi manchi già, anche se magari non te l'ho dimostrato o l'ho fatto solo quando me ne ricordavo. Arrivederci Fabietto, sto mondo fa troppo schifo perchè non ci sia un posto migliore in cui si possa incontrare e stare insieme ancora.

"Questa potrebbe essere la fine di tutto
Allora perchè non ce ne andiamo
in un posto che solo noi conosciamo?"