Beren.it

All that you can leave behind

Cronache dal Neocarbonifero. Italia sommersa 2027-2701

Mi sono imbattuto in questo titolo del panorama fantascientifico nostrano quasi per sbaglio: cercavo un qualcosa che fosse sfizioso e mi è subito balzato all'occhio. La copertina con una torre di Pisa semi-sommersa fa in dubbiamente effetto e l'idea è certo buona. E' un'antologia di racconti ambientati nel futuro prossimo e non, della penisola sullo sfondo di uno scenario apocalittico innescato dall'esplosione di un sottomarino nucleare sopra la faglia di Sant'Andrea. Questo episodio come causa scatenante di una catastrofe climatica che spingerà l'Italia, in virtù del riscaldamento globale appunto, a divenire una terra con clima subtropicale e per larga parte sommersa vivendo una sorta di Neocarbonifero (appunto). Dicevo che l'idea è buona e, se vista con gli occhi degli autori raggiunge livelli di visionarietà inquietanti. Basti pensare che l'idea nasce più di ventanni fa, in un contesto ed una consapevolezza dei cambiamenti climatici ben differente, e si va via via arricchendo nel corso degli anni fino a riuscir a vedere la luce solo l'anno passato. 

Ci troviamo così di fronte a situazioni del tutto inimmaginabili: Bergamo maggior mercato del pesce di tutto il nord d'Italia, l'unità del paese spezzata con un qausi ritorno alle signorie prerisorgimentali... Quello che ho trovato interessante è come ognuno degli autori ha cercato di contestualizzare il proprio racconto in base alla regione da cui viene o vive fornendo un caleidoscopio di situazioni che poi vengono a comporre un quadro tuttaltro che disomomogeneo. Un esperimento interessante che ha il solo neo, dovendo mettere assieme molti autori con stili e modalità narrative anche parecchio differenti, di mancare a volte di ritmo e quindi di sembrare un po' macchinoso alla lettura. Resta il fatto che una contestualizzazione sul territorio così come è fatta in questo libro è certamente un punto di vista originale e stimolante.