Beren.it

All that you can leave behind

Topaia vista lago

Pensavo di averle viste davvero tutte eppure sono stato smentito ancora una volta. Premetto che questa volta ho dovuto prenotare più di corsa del solito e per di più a Losanna c'era una inspiegabile moria di stanze che ha fatto lievitare i prezzi in maniera davvero esponenziale. Tant'è che alla fine l'unica camera accessibile la trovo a l'Hotel du Marchè. Boh, qua i nomi sono tutti francesi, però suona bene. No? All'arrivo devo dire che la location è molto carina: all'interno del centro storico di Losanna. Viuzze e locali molto carini e, udite udite, persino con gente ai tavolini malgrado la "tarda" ora. Già perchè di solito alle 9 di sera è già tutto, o quasi, deserto. Ma sarà un po' la luce e un po' il caldo non molto svizzero la gente sembra quasi non curarsi di essere in un angolo di Svizzera. L'albergo da fuori ha un'apparenza gradevole: architettura datata ma certamente caratteristica e ben tenuta. Il problema è quando entro in camera: appena sulla destra c'è un lavabo, per la verità un po' rustico. Nella camera due letti ed infondo a sinistra una porta di legno. "Il bagno" mi dico... Apro la valigia estraggo le camicie e... Si ma dov'è l'armadio? Mi guardo in giro perplesso... Apro la porta in fondo e TA-DA! Ecco l'armadio. Bene, ci metto la giacca e le camicie e... Si ma il bagno? Oddio terrore. Apro la porta di ingresso ed ho la conferma: in fondo a destra ci sono un bagno ed una doccia. In comune. Credo che l'ultima volta che ero stato in una stanza senza bagno era da piccolo al mare dal Lino. Ma erano altri tempi... Siamo nel 2015! Direi che può bastare così, senza nemmeno citare le lenzuola bucate...

Vive la Suisse!