Beren.it

All that you can leave behind

Don't cry Mr President

Eh no, troppo facile farsi scorrere una bella lacrima in questa occasione. A chi non sono venuti gli occhi lucidi nel vedere i volti di quei bambini assassinati come cani e per di più senza motivo? Sinceramente mi sembra ipocrita, anche se nessuno dubita che esse siano lacrime reali. E' troppo poco, forse proprio perchè è troppo grande ciò che è successo. Ed ancor di più se si pensa che alla fine sappiamo già tutti che nulla cambierà a riguardo. Gli interessi, prima di tutto. I soldi, prima di tutto. Ad una settimana da Natale...

Perchè non si può fermare questa ruota signor Presidente? Perchè non si vuole fermarla? Ma davvero la politica deve sempre ridursi ad un mero controllo del comune sentire? Ad una semplice cavalcata sugli umori della gente? Per quale motivo si possono tenere in casa armi? Solo perchè la stragrande maggioranza di americani lo vuole? E' un motivo plausibile? A me sembra una cazzata. Mi sembra che questo modo di intendere il governare è ormai obsoleto, non funziona più... Da qualche tempo ormai. Non si può permettere che qualcuno possa anche soltanto pensare di dire "che il guaio è che hanno proibito di portare armi nelle scuole e dunque non hanno potuto difendersi". Ma come si fà a dire queste minchiate? Io resto davvero sconfortato di fronte a questo modo idiota e allibente di pensare, che poi mi ritrovo puntualmente nelle persone che ci governano.

Mi permetta di obbiettare al fatto che lei abbia reagito come ogni genitore reagisce ad un tragedia simile. Lei non è un genitore qualunque. Lei, se vuole, ha molta più influenza e più poteri di un genitore qualunque. A lei è chiesto di più. Che le piaccia o meno. Fa parte del gioco. Che le piaccia o meno. A lei è chiesto in questo momento tragico di essere faro di un cambiamento.
Lo so non è certo una cosa facile, ma le cose facili le sanno fare tutti.

Obama Bin Laden

Bin Laden? Ancora lui? Ucciso! Ma non era già morto? Da quanto, poi, non si faceva vedere? Mah... Onestamente questa settimana mi è sembrato di assistere ad uno spettacolo posticcio. Obama che dice "Il mondo da oggi è migliore!". Ma gli ha dato di volte il cervello? "Di che diavolo parla", mi è venuto da dire. Ma soprattutto in che mondo sconclusionato e depravato ci ritroviamo? Obama sembrava almeno un pochino diverso ed invece questa settimana mi è sembrato davvero la copia "abbronzata" del suo predecessore guerrafondaio.
False foto del cadavere. Il balletto, "mostriamo quelle vere", "no meglio di no". Il corpo? "Lo abbiamo buttato a mare per evitare ne facessero un mausoleo del male".
Ma è mai possibile che ci credano stupidi a tal punto?

Così, a dieci anni dalle torri gemelle, quando anche Al Qaeda è stata praticamente travolta, sorpassata, asfaltata dai moti di libertà del Maghreb, ma non solo, la Syria ne è un esempio, si ritorna a combattere lo stesso nemico invisibile di sempre. Invece di darci le prove sugli attentati, spiegazioni ad esempio su quello al Pentagono che ancora sembra più una pessima rappresentazione che un vero attentato. Invece di darci le prove sulle "armi chimiche di Saddam", invece di spiegarci questo "Bin Laden" da dove venga esattamente. Ci dicono tutti tronfi: "abbiamo vinto, il bene trionfa!".

God bless America!