Beren.it

All that you can leave behind

L'esame

300, anzi 306 di colesterolo... (silenzio) e domanda spontanea "ma che cazzi ti mangi?". Dover fare i conti con questi problemi mi invecchia, mi intristisce, mi scoccia. Sarà che per un po' dovrò rinunciare al formaggio, al fritto e a tutta una serie di altre schifezze dalla bontà nemmeno lontanamente misurabile. Sarà che semplicemente è un altro campanello che mi avvisa che la deadline (mai nome più azzeccato) si avvicina. Che la data di scadenza che mi devono aver stampato da qualche parte, presumibilmente dove non batte il sole, non è poi così remota e dopo tutto il "consumarsi preferibilmente entro..." dovrebbe diventare più un accorato suggerimento che un semplice consiglio da scatolame. "Che ci fa qui lei così giovane?" mi dice il medico (o la medica forse, chiedete alla Boldrini) all'ingresso per l'esame. Sorrido, senza dire altro, "sai non avevo un cazzo da fare...". "Niente placche". Bene, penso. "Quindi è positivo?" domando per sincerarmi. "Si, si torni fra 18-21 mesi per un controllo". Ok, ma per allora evitiamo la domanda del così giovane... penso.