Beren.it

All that you can leave behind

Mare

</iframeAttendo che la tua prossima onda ti riporti a me La gelida aria invernale mi assidera il

Attendo che la tua prossima onda ti riporti a me
La gelida aria invernale mi assidera il pensiero
Non riesco a fare altro che attenderti
Anche se da tempo non è più estate
ed ogni attesa tra un’onda ed un’altra
è sempre più lunga, sempre più interminabile.

Attendo che il tuo profumo di mare si sincronizzi
Con il mio respiro e la risacca che ritma l’orizzonte
Aspetto che le gocce che il vento si porta
Si depositino sulle mie labbra
Per sentire ancora una volta il tuo sapore
Perché il sale che le pervade mi bruci sulla pelle
E cominci a tirare con sempre più grande vigore
Tormentando la mi attesa perché ne porti di nuove

Potrei alzarmi e correre via da questa spiaggia
Ma finirei per cercati ed aspettarti in quella successiva
Sempre più freddo, sempre più stanco e sempre più vinto

Ogni giorno lontano da te è un lungo singulto
Di stupide azioni che non hanno un fine
Ogni ora lontano da te è una folata di vento secco
Che scompare senza lasciare traccia
Ogni minuto lontano da te è
Una vuota ed incolmabile eternità di nulla
Ogni secondo lontano da te
E’ un respiro, un sogno, un aroma, un profumo… sprecato

E così aspetto che la prossima onda
Aspetto che sia nuovamente estate
Che l’attesa tra una e l’altra sia un piacevole intermezzo
Che sia un chiudere gli occhi sotto i riflessi di un caldo cielo agostano
Che sia un respiro profondo nella tiempida brezza del tramonto
Che mi porti un po di te
anche quando la tua onda più vicina non si può intravedere
E l’attesa non sia fine a se stessa ma preludio della pienezza vera.

Aggiungi Commento

Loading